Le migliori carte di credito a saldo: quali scegliere e perché

carte di credito a saldo

Siete alla ricerca di una buona carta di credito a saldo? Nell’articolo che segue intendiamo segnalarvene più di una: di sotto, tutte le migliori carte di credito a saldo.

Poter beneficiare del servizio di una carta di credito a saldo vuol dire avere un gran vantaggio. Oggi, difatti, le carte di credito a saldo sono molto comuni e richieste, tanto che tantissime sono le persone che ne adoperano almeno una.

La riuscita dell’esperienza con tale strumento, tuttavia, può dipendere in modo decisivo dalla banca o dalla società finanziaria che sceglie di rilasciarcelo o a cui non scegliamo di affidarci.

È lecito quindi – prima di attivare tale servizio – ma quali sono le migliori carte di credito a saldo a cui potersi affidare?

Per fortuna oggi veniamo in vostro soccorso, aiutandovi a capire qual è la scelta migliore da fare. Bisogna comunque tener conto del fatto che la decisione va presa a seconda delle proprie esigenze e che da essa dipende in modo strettissimo.

Di seguito, tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

Che cosa sono le carte di credito a saldo?

Le carte di credito a saldo sono solitamente, come già anticipato, quelle maggiormente utilizzate al momento. Esse permettono a coloro che ne sono titolari di fare compre e acquisti pur non avendo liquidità.

Il grande privilegio di chi possiede una carta di credito a saldo infatti quello di non vedersi addebitate le spese effettuate sul conto corrente immediatamente dopo l’acquisto. Le stesse, infatti, saranno attribuite al cliente solo il mese successivo.

La differenza tra questa soluzione di credito e quella di una carta revolving risiede nel fatto che la restituzione di quanto speso avviene in un’unica soluzione e sempre nel mese successivo. Le revolving, mettendo a disposizione del cliente un risarcimento rateale, risultano alla fine più impegnative e meno convenienti a causa degli interessi richiesti sull’importo speso.

Le migliori carte di credito a saldo

American Express

American Express è una carta di credito a saldo particolarmente diffusa e apprezzata. Quel che la rende tanto gettonata è la sua capacità di aderire perfettamente alle esigenze e alle condizioni del cliente, fornendogli delle diverse tipologie di servizio.

Costui potrà infatti scegliere tra i servizi della Carta Oro e quelli della Carta Verde. Qual è la differenza tra le due? La differenza è principalmente nel plafond e nel reddito richiesto.

La Carta Verde, in definitiva, è una carta di credito che richiede un reddito annuale lordo di almeno 13 mila euro, per quella Oro invece i requisiti sono più alti e il reddito richiesto è di 26 mila euro.

In definitiva la Carta Verde viene presa da coloro che hanno delle spese più basse mentre quella Oro viene considerata la carta di chi fa spese più grandi e con maggiore frequenza.

I clienti di American Express possono usufruire di diverse agevolazioni, ad esempio sconti sul cinema e altri servizi molto convenienti.

Widiba Debit

La Widiba Debit è una carta rilasciata dall’istituto bancario Widiba. La carta di credit a saldo mette a disposizione dei suoi fruitori una serie di servizi molto vantaggiosi. Tra questi vi è la possibilità di versare contanti e assegni da ATM o di effettuare pagamenti contactless e mobile. Chi richiede la Widiba Debit può anche richiedere assegni online e beneficiare di un sistema di assistenza continuo, grazie al quale è anche semplice reperire le informazioni necessarie. Ad ogni pagamento ricevuto o effettuato il cliente riceverà una notifica: un modo per monitorare in tempo reale i movimenti e instaurare un punto di contatto diretto con l’istituto bancario.

Carta di Debito Internazionale

La Banca Illimitybank mette invece a disposizione dei clienti che la richiedono la Carta di Debito Internazionale. Questo strumento di circuito Mastercard ha costo d’attivazione zero e un massimale mensile di 3000, che tuttavia è possibile aumentare. Il massimo da poter prelevare con questa particolare carta di credito a saldo è 1000 euro al giorno.

N26

La carta N26 – gestita e rilasciata dall’omonimo gruppo bancario – è anch’essa parte del circuito Mastercard e si mostra particolarmente conveniente per l’attivazione a costo zero. Il limite di spesa della carta nera è di 5000 euro al giorno, avendo la stessa un plafond illimitato. Il massimo da poter prelevare in un giorno è invece di 2500 euro. La carta permette pagamenti contactless e ed è accettata in qualsiasi parte del mondo.

N26 è una scelta caldamente consigliata anche per l’applicazione ad essa abbinata, che si mostra intuitiva, di facile utilizzo e soprattutto utilissima.

Cartimpronta ONE

Cartimpronta ONE – con circuito Mastercard/ Visa – è una carta gestita da Webank. La carta in questione, abbinata ad un conto corrente, lascia che il suo titolare usufruisca di un plafond di 7800 euro e di un massimo prelievi giornaliero di 300 euro. i costi d’attivazione sono gratuiti.

Widiba Carta Classic e Widiba Carta Gold 

Alla banca Widiba si può invece richiedere la Widiba Carta Classic che ha un plafond di 1500 euro. Anche stavolta parliamo di una carta di credito a saldo con costi d’attivazione pari a zero e con circuito Mastercard/ Visa.

Lo stesso istituto bancario amministra la Widiba Carta Gold, che offre al cliente la possibilità di fare spese più massicce: il plafond, in questo caso, è infatti di 3000 euro. Anche questa, come quella di cui sopra, viene abbinata al conto corrente bancario.

Nexi Classic

Nexi Classic è la carta di credito a saldo del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, che si mostra molto utile per chi ama fare shopping di frequente. Il plafond messo a disposizione della carta di credito è infatti di 5000 euro mentre il massimale prelievi è di 1000 euro. Questo strumento di pagamento elettronico si appoggia ai circuiti Visa/ Mastercard e permette di usufruire di liquidità per poi risanare il prestito solo il giorno 15 del mese successivo. Nexi consente alla sua clientela anche di effettuare pagamenti tramite mobile. La carta può essere attivata tramite applicazione o attraverso l’area riservata disposta nel sito internet della banca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *