Analisi tecnica e fondamentale: come si fanno previsioni sui mercati?

previsioni mercati

Investire in Borsa richiede una serie di competenze, delle capacità che si acquisiscono col tempo grazie allo studio e all’esperienza. L’obiettivo di un trader è imparare a realizzare previsioni accurate, stime che consentono di capire in che modo gestire gli investimenti secondo i propri obiettivi.

Per farlo i professionisti utilizzano due metodi principali, l’analisi tecnica e quella fondamentale, adoperate in modo isolato o incrociato a seconda delle esigenze. Apprendere queste tecniche è realmente molto importante, per investire in Borsa in modo consapevole e amministrare il rischio in maniera controllata.

Cos’è l’analisi tecnica e come funziona

Uno dei metodi più in voga al momento, legato soprattutto al trading online, è l’analisi tecnica. Si tratta dello studio dei grafici degli andamenti, attraverso il quale è possibile monitorare gli asset di maggiore interesse, per valutarne i movimenti sul mercato e individuare i trend, ovvero le tendenze di movimento delle quotazioni.

Come suggerisce il portale Investireinborsa.org, un investitore deve necessariamente usare l’analisi tecnica per prevedere la Borsa, uno strumento quanto mai indispensabile al giorno d’oggi. Con questa tecnica è possibile ottenere 4 informazioni essenziali per il trading:

  • quando investire;
  • quanto investire;
  • aprire una posizione al rialzo o al ribasso;
  • determinare i valori degli stop loss.

Con l’uso dei grafici, personalizzati tramite l’implementazione di indicatori tecnici adeguati alle proprie necessità, è possibile determinare il momento giusto in cui investire. Inoltre si può calcolare l’importo dell’operazione, un valore per il quale tenere conto del capitale a disposizione, degli obiettivi d’investimento e del profilo di rischio.

Dall’analisi rischio/rendimento si ottengono poi altre indicazioni estremamente utili, come gli importi degli ordini automatici. Si tratta di parametri per la liquidazione della posizione, in questo modo si possono contenere eventuali perdite e non rimanere con posizioni aperte troppo a lungo.

Gli stop loss e i take profit permettono di investire in modo adeguato al profilo di rischio, con un’analisi molto accurata dell’incertezza che siamo disposti a correre e del rendimento potenziale che ci aspettiamo di ottenere. Il perfetto bilanciamento di questi aspetti consente di fare trading online nel lungo periodo, evitando situazioni di stress oppure l’agire d’impulso.

Analisi fondamentale: di cosa si tratta

Un altro metodo per effettuare previsioni di Borsa è rappresentato dall’analisi fondamentale, in cui vengono presi in considerazione i fattori macroeconomici che possono influenzare i titoli. Si tratta ad esempio di risultati economici dei principali paesi, decisioni delle banche centrali, dati sui tassi di disoccupazione oppure nuove normative che possono favorire la crescita di settori specifici.

Tutti questi dati vanno studiati, filtrati e interpretati, affinché sia possibile stimarne l’impatto sugli asset che stiamo monitorando per investimenti futuri. Le grandi banche d’affari hanno spesso team separati che si occupano dell’analisi tecnica e fondamentale, valorizzando entrambi gli approcci in egual modo.

L’analisi tecnica è utile soprattutto per il day trading, gli investimenti a breve termine e la determinazione degli importi delle singole operazioni, degli stop loss e dei take profit. L’analisi fondamentale permette di pianificare strategie di lungo termine, con obiettivi di ampio respiro in cui inserire lo studio analitico dei grafici per l’individuazione dei trend.

Analisi tecnica o fondamentale: quale scegliere per il trading online

Premesso che la soluzione migliore sarebbe eseguire tutte e due le tecniche, è evidente come un trader indipendente sia costretto a scegliere il tipo di approccio da adottare. La mancanza di tempo e risorse, oltre alla necessità di operare in modo rapido, con un capitale spesso limitato a disposizione, sono aspetti che non rendono realistico concentrarsi su entrambi i metodi.

Per fare trading online senza dubbio è preferibile optare per l’analisi tecnica, in quanto è una strategia che si addice meglio agli investimenti di breve periodo e all’utilizzo di strumenti derivati come i CFD. Per aprire e chiudere posizioni nella stessa giornata di contrattazioni, infatti, l’analisi fondamentale diventa meno importante mentre è essenziale lo studio dei grafici.

Ad ogni modo è necessario adoperare anche l’analisi fondamentale per la costruzione di una strategia di lungo termine, un’operazione da eseguire solitamente ad inizio anno, per determinare come bilanciare gli investimenti e definire il grado di rischio da tenere in riferimento. Dopodiché l’analisi tecnica può offrire ottimi risultati, considerando però che non è una scienza esatta e richiede un continuo aggiornamento da parte del trader.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *